Morto Otto Warmbier: rilasciato dal regime di Pyongyang dopo trauma al cervello

Regolare Commento Stampare

Otto Warmbier, lo studente Usa rilasciato dalla Corea del Nord nei giorni scorsi in stato di coma con un trauma al cervello, è morto.

Lo ha reso noto la famiglia in un comunicato di pochi minuti fa.

La famiglia ha ringraziato l'ospedale ma ha osservato che "sfortunatamente il terribile trattamento di torture ricevuto da nostro figlio per mano dei nordcoreani ha fatto sì che non fosse possibile altro esito di quello triste avvenuto oggi". Il giovane studente americano che proprio la scorsa settimana era stato riportato in patria in condizioni gravissime, non ha superato la cura a cui era stato sottoposto. I medici statunitensi, tuttavia, non hanno riscontrato nulla di tutto ciò ma invece hanno accertato la perdita importante di tessuto cerebrale, compatibile con un arresto respiratorio.

Aveva 22 anni ed era in coma da più di un anno.

Otto era stato imprigionato per quasi un anno e mezzo dopo un processo che lo aveva condannato alla reclusione e ai lavori forzati per quindici anni.

Trump si è scagliato contro Pyongyang dopo la notizia della sua morte."E 'un regime brutale", "Gli Stati Uniti condannano ancora una volta la brutalità del regime nord-coreano mentre piangono la sua ultima vittima." ha detto durante un evento della Casa Bianca.