Incendio Londra, è ufficiale: "Gloria e Marco sono morti"

Regolare Commento Stampare

Le dice grazie per quello che ha fatto per lei. Anche l'appello di un'altra insegnante, Karolina Hanusova, e' andato a buon fine ed ha fruttato 338.242 sterline. Ha ripetuto più volte di aver fatto tutto il possibile alla giornalista che la incalzava affermando che la premier Tory si è mossa troppo tardi dopo la tragedia.

I tre appelli hanno raggruppato in totale piu' di 66mila sostenitori, i quali, insieme alle donazioni, hanno anche mandato messaggi di solidarieta'. Marco e Gloria, 27e 28 anni, entrambi architetti, abitavano al 23esimo piano del grattacielo di North Kensington, ovvero il penultimo piano di quella torre maledetta e quella tragica notte hanno capito subito che per loro si sarebbe trasformata in un trappola mortale. "Chiediamo a questo punto che vengano spenti i microfoni e le telecamere su questa vicenda e che venga rispettato il dolore di queste due famiglie", ha dichiarato il legale della famiglia Trevisan. "Stavano dando un addio", aveva raccontato ieri l'avvocato Sandrin, spezzando il cuore all'Italia intera. Le famiglie dei due giovani attendevano ormai l'irreparabile, la notizia del ritrovamento dei corpi dei due fidanzati, rimasti bloccati dalle fiamme nel loro appartamento.

Non si dà pace Behailu Kebede, il tassista londinese scampato all'incendio della Grenfell Tower, l'enorme rogo che si è trasformato in tragedia uccidendo decine di persone. C'è l'incertezza rappresentata dalla Brexit, in particolare per i diritti dei cittadini Ue residenti in Gran Bretagna, alla quale si è aggiunta la rinnovata minaccia del terrorismo coi recenti attacchi.

Casa Gottardi, a San Stino, è meta da giorni di un mesto pellegrinaggio di amici e parenti, di rappresentanti delle istituzioni locali.

"Marco è stato straordinario - aveva raccontato il papà - infondeva tranquillità a tutti".

I lavori si erano conclusi nel maggio 2016, ma gli inquilini si erano spesso lamentati circa l'impiego eccessivo dei pannelli in plastica e - di conseguenza - dell'alto rischio di un incendio. "Conserverò per sempre il ricordo delle ultime parole che ci ha dedicato".