Esame di maturità: errore di ortografia sul sito dedicato

Regolare Commento Stampare

Un refuso evidente da penna rossa che ha fato subito discutere proprio perché pubblicato sul sito del Miur, nella sezione dedicata alle prove che gli studenti devono superare per dimostrare di aver completato con merito il percorso di studi.

Stamani è spuntato un errore di ortografia sulla piattaforma funzionale all'erogazione dei quesiti per la nuova sessione degli esami di Maturità in programma domani.

"Si tratta di un errore di battitura, di un errore materiale che, naturalmente, non doveva esserci". Ma al MIUR assicurano che dal fornitore è già arrivata una lettera di scuse per l'inconveniente che ha procurato un chiaro danno d'immagine al Ministero.

Sul sito del Ministero dell'Istruzione infatti non è passato inosservato un errore ortografico da "matita blu": sul portale campeggiava la parola "traccie", con la "i", come richiamo agli esami di maturità degli scorsi anni. "Ministero dell'Istruzione: attenzione, questo portale potrebbe contenere #TRACCIE di figure di m...", ha ironizzato qualcuno su Twitter. "Lo ha suggerito direttamente la ministra #Fedeli, nota accademica.", ha ironizzato qualcuno; "la #Fedeli ha lasciato le sue "traccie" anche sul sito del #Miur!", ha aggiunto un altro. Il polverone sollevato è stato così importante che è dovuto intervenire direttamente il dicastero di viale Trastevere, che lunedì sera ha diffuso una nota dove faceva dietrofront per il "refuso sul sito degli esami di Stato", e che si è "subito intervenuti per farlo correggere".