Parma-Alessandria, i tifosi hanno messo in scena una festa di sport

Regolare Commento Stampare

Giunti secondi alle spalle dello schiacciasassi Venezia, i gialloblu sbancano conquistandosi la Serie B sul campo dopo aver vinto i playoff più difficili della storia della manifestazione.

"Ho letto che siamo risaliti piano piano, ma tornare in B in due anni non e' piano piano.E' un'impresa": così Alessandro Lucarelli, il capitano del Parma.

Il Parma approccia la gara in modo distratto e l'Alessandria per poco non ne approfitta con Gonzalez al 10′: Lucarelli perde una palla sanguinosa a ridosso della propria area di rigore, ma l'attaccante argentino non sfrutta a dovere la superiorità numerica creatasi e finisce per regalare la palla a Di Cesare, intelligente nel temporeggiare. L'importante era scappar via ancora dalla Lega Pro, una giungla: la B è il passaggio fondamentale, mi auguro la A a giugno prossimo ma se non arriva subito nessun problema, arriverà. In attacco Gonzalez e Fischnaller. Tutti gli sportivi lontani da Firenze avranno l'opportunità di seguire la finale in diretta tv su 'Rai Sport a partire dalle 17: 50 mentre a Parma ed Alessandria, l'attesa è cresciuta vertiginosamente nelle ultime 24 ore per sostenere i propri colori sul neutro di Firenze. Gli emiliani sono passati in vantaggio con Scavone di testa. Dopo il raddoppio l'Alessandria avrebbe il pallone per riaprire la partita, ma Sosa di testa manda alto. Il tridente sarà formato da Nocciolini, Calaiò e Baraye. La prima frazione scivola verso la fine con i ducali avanti di una rete. Novità invece per l'Alessandria: fuori lo squalificato Bocalon tocca a Fischnaller fare coppia con Gonzalez, cambio anche in difesa dove Pillon preferisce Barlocco a Manfrin sulla corsia mancina. Se venisse confermato il criterio utilizzato l'anno scorso, con la divisione in Italia Nord-Centro occidentale e Nord-Centro orientale, le toscane resterebbero nel girone A con le piemontesi, le sarde, parte delle lombarde e probabilmente le due piacentine.In caso di promozione in B dell'Alessandria, le uniche novità sarebbero il retrocesso Pisa e le promosse Cuneo, Monza, Gavorrano ed Arzachena. Dopo un timido tentativo di ripresa all'inizio del secondo tempo, ecco il gol che chiude la sfida: è il 66' il secondo gol del Parma: azione prolungata e confusa, nata da un cross di Giorgino e da un tiro rimpallato di Scavone.