Marsala, le iniziative per la "Giornata Mondiale del Rifugiato" 2017

Regolare Commento Stampare

Mercoledì 21 giugno alle 20.30 padre Moussie sarà intervistato dalla giornalista Romina Gobbo in un incontro pubblico che si terrà nella Sala Da Ponte di Bassano.

Ai dipinti, esposti integralmente, saranno affiancate delle fotografie prodotte dal fotografo Riccardo Bandiera, incaricato di documentare le varie fasi del progetto, e l'iter che ha portato al risultato finale, con l'intento non solo di rendere "leggibile" la dimensione progettuale e fattiva degli elaborati, ma anche di aiutare il fruitore a percepire il clima in cui il lavoro si è svolto ed avvicinarlo alla quotidianità della vita dello SPRAR. Chi sta dalla parte dei rifugiati ha deciso di aiutarci a mostrare queste qualità dando loro voce, incontrandoli in un centro d'accoglienza, cucinando insieme, condividendo un campo di calcio o un palco per suonare.

Marsala celebra la 10^ edizione della "Giornata Mondiale del Rifugiato" con diverse iniziative nella ricorrenza di domani, domenica 18 giugno. Con un intermezzo musicale a cura della Piccola Orchestra di Torpignattara.

Arte #WithRefugees: un'installazione presso il Museo MAXXI, Roma (20-25/06) e una mostra fotografica presso la Galleria Alberto Sordi, Roma (11-25/06). "E' una proposta concreta e sostenibile che le chiese protestanti italiane propongono ai paesi dell'area Schengen - nota Paolo Naso, coordinatore del programma rifugiati e migranti "Mediterranean Hope" della Fcei -".

Attraverso la collaborazione con il Comune di Lecce nell'ambito del Progetto S.P.R.A.R. "Il Salento Accoglie - Lecce; categoria vulnerabili" finanziato dal "Fondo Nazionale per le Politiche ed i Servizi dell'Asilo", il 17 e 18 Giugno 2017 dalle 18.00, presso l'ex Convento dei Teatini di Lecce, l'A.T.S. "GUS-L'Arcobaleno" formata dall'Organizzazione Non Governativa "Gruppo Umana Solidarietà Guido Puletti" e la Cooperativa Sociale "L'Arcobaleno", da anni impegnate nelle gestione di progetti SPRAR, organizza due giornate ricche di incontri culturali. La mappa dei centri che è possibile visitare sul sito dell'Unhcr.

Collateralmente a questo evento, il 20 giugno, dalle ore 8:30 alle 19:30 Fano ospiterà (in via Roma 118) un convegno sul tema "Etnopsichiatria". Si partirà col ringraziamento ufficiale dell'Amministrazione comunale a tutti i richiedenti asilo e rifugiati ospitati in città che nel 2016 hanno prestato la loro opera come volontari civici, attraverso la partecipazione al Piedibus e alle attività di pulizia e manutenzione degli spazi cittadini.