Londra, rogo alla Grenfell Tower, sindaco Khan: risposte rapide

Regolare Commento Stampare

A differenza della premier Theresa May, che si era fermata pochi minuti a parlare con i pompieri e la polizia, il leader laburista si é trattenuto anche fra la gente e con i volontari di un centro di raccolta allestito nel complesso della chiesa di St. Clements. "Le speranze di trovarli ancora in vita calano", ha dichiarato il padre di Marco, a La Vita in Diretta. Per alcuni di loro è andata bene, per altri no e molti sono i dispersi, tra cui i fidanzati veneti che da quella drammatica notte non hanno più contattato le loro famiglie in Italia. Vista la dimensione dell'edificio potrebbero volerci giorni. Anche il papà di Marco, Giannino, in queste ore non ha fatto che ripensare all'ultima telefonata con il figlio, l'altra notte, mentre le fiamme e il fumo stavano raggiungendo l'appartamento al penultimo piano della torre. La morte. "La loro è stata una fine lucida e consapevole" dice l'avvocato della famiglia Trevisan, Maria Cristina Sandrin.

E' ufficiale: Gloria Trevisan e Marco Gottardi sono morti nell'incendio della Grenfell Tower a Londra.

Secondo quanto riportato dalla Bbc, i dimostranti hanno chiesto un impegno scritto da parte del consiglio comunale per l'immediata ricollocazione di tutte le persone rimaste senza casa all'interno del quartiere; l'immediato sblocco dei fondi necessari per aiutare le vittime; una commissione di inchiesta sui recenti lavori di ristrutturazione condotti sulla torre, per un valore di 10 milioni di sterline; la diffusione della lista completa delle vittime; una commissione di inchiesta su tutti gli edifici simili presenti nel quartiere per individuare possibili rischi per la sicurezza e rimediarvi. "Non sappiamo il numero delle vittime", le parole del capo dei vigili del fuoco. Non solo, non ha funzionato il sistema antincendio e nemmeno gli spruzzatori che possono contenere la diffusione delle fiamme. Ancora dispersi i due italiani, due ragazzi di 27 anni, nella capitale britannica da tre mesi per lavoro, che vivevano al 23esimo piano del grattacielo.

"Ci sono domande a cui bisogna dare una risposta rapida" ha detto Khan. All'appello mancano intere famiglie con bambini e giovani. Lei di Camposampiero in provincia di Padova, lui di San Stino di Livenza, Venezia. Al momento non ci sono notizie di vittime.