Trump: "cancello accordo unilaterale fra Obama e Cuba"

Regolare Commento Stampare

Secondo fonti governative, il presidente Usa, con un discorso a Miami, in Florida, ufficializzerà l'intenzione di vietare le transazioni con qualsiasi ente controllato dall'esercito cubano (presenza costante nel settore del turismo) e ordinerà un più stretto controllo dei limiti vigenti ai viaggi verso Cuba.

Infatti, nonostante le espressioni ostili, Trump conferma che le relazioni diplomatiche riallacciate dopo oltre 50 anni restano.

Pur annunciando di cancellare l'accordo di Obama, Donald Trump manterrà aperta l'ambasciata americana all'Avana, riaperta nell'ambito di quell'accordo, "nella speranza che i nostri Paesi possano forgiare un cammino migliore". "Le politiche di Obama non hanno aiutato i cubani, hanno arricchito il regime", ha insistito Trump, criticando il suo predecessore anche di non aver considerato "i diritti umani calpestati dal regime".

"Noi non staremo in silenzio", ha assicurato il presidente americano, lanciando un appello per la liberazione dei prigionieri politici e un monito per fermare una volta per tutte l'incarcerazione di persone innocenti.

"Serve un nuovo accordo più giusto". "A questo fine dobbiamo assicurarci che i fondi americani non finiscano ad un regime che non rispetta neanche le più elementari basi di una società libera e giusta", si leggerebbe nella bozza della direttiva trumpiana anticipata dai media statunitensi.

Dopo poche ore è giunta la replica dell'Avana.

Nel suo discorso Trump ha anche detto: "Al governo cubano dico: gli abusi nei confronti dei dissidenti devono finire". Tuttavia viene ribadita "la volontà di proseguire un dialogo rispettoso con gli Usa sui temi di mutuo interesse". Il testo respinge quindi eventuali "concessioni relative alla propria sovranità o indipendenza", così come "condizionamenti" posti da Washington e "ogni strategia che punti a cambiare il sistema politico, economico e sociale di Cuba".

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.