Di Francesco: "La mia Roma sarà umile e competitiva"

Regolare Commento Stampare

Il leggendario capitano della Roma non vorrebbe svolgere il ruolo pensato da Monchi, quello di braccio destro del ds, ma Di Francesco potrebbe proporre allo stesso Totti un incarico tecnico: i rapporti tra Di Francesco e lo storico numero 10 sono positivi, dato anche il passato da compagni di squadra, e l'idea di collaborare col nuovo tecnico potrebbe piacere a Totti.

Ma torniamo all'emozionato Di Francesco, che è tornato ad indossare i colori giallorossi dopo le esperienze da calciatore e team manager. Quest'ultimo, infatti, ha sempre ammesso di non vedersi dietro ad una scrivania ma ancora a contatto con campo e spogliatoio. Eusebio al suo fianco a breve dovrebbe avere Totti per il quale ha speso belle parole: "Con Francesco ho un rapporto speciale, ne ho parlato con la società e spero di lavorare con lui nel ruolo che preferisce".

Infine un pensiero su De Rossi: "Daniele è stato il primo giocatore che ho chiamato appena ero certo che sarei arrivato alla Roma". Da mezzala Nainggolan può fare benissimo 18 gol, ha qualità così importanti che può essere determinante in qualsiasi sistema di gioco. "Alessandro è bravissimo ad attaccare la porta, ha un ottimo tiro e grande corsa, ma ha fatto vedere di saper giocare anche molto bene da terzino". "Strootman ottima mezzala, mentre Paredes è il mio regista ideale". "E poi ci sono gli acquisti da non sbagliare". Su Hector Moreno "Scelta pienamente condivisa".