Ecco la faccia di Riina, in barella

Regolare Commento Stampare

Oggi si apre l'udienza per il processo davanti alla Corte d'Assise d'Appello di Firenze per la strage del treno 904.

Il boss è imputato come mandante della strage che il 23 dicembre 1984 causò 16 morti e 260 feriti sul convoglio Napoli-Milano. A differenza delle altre volte, però, il boss ottantaseienne ora è disteso su una barella.

Ad assistere all'udienza ci sono alcuni dei feriti della strage e la presidente dell'Associazione vittime del rapido 904, Rosaria Manzo.

Recentemente ha scatenato le proteste dei familiari delle vittime della mafia la decisione della Cassazione di chiedere al tribunale di Bologna di valutare il trasferimento di Riina ai domiciliari per le sue condizioni di salute. "Sentiatevi libero di assolverlo", ha detto Cianferoni rivolto in particolari ai giudici popolari che compongono il tribunale, definendo Riina il "parafulmine" di tanti misteri italiani per cui e' stato processato, e talvolta assolto.