Lombardia: Maroni, firmato decreto referendum autonomia, sarà il 22 ottobre

Regolare Commento Stampare

"Oggi e' una bella giornata, è la Festa della Lombardia, e ho firmato il decreto che stabilisce che il referendum per l'autonomia si farà domenica 22 ottobre, dalle 7 alle 23".

Il governatore non nasconde la soddisfazione: "Sono molto contento ed emozionato", dice. Dunque "se a Roma decidono di anticipare le consultazioni per il rinnovo del Parlamento, visto che nel 2013 si è votato regionali e politiche insieme, non vedo perché non farlo nuovamente". Si voterà per la prima volta con voto elettronico: una condizione che era stata determinante per far passare in Consiglio regionale il referendum, approvato ormai due anni fa al Pirellone grazie al voto determinante dei Cinque stelle. "Ora la parola passa al Popolo sovrano", ha rilevato Maroni, ricordando che "come Regione faremo una campagna per dire d'andare a votare".

Questo referendum è "la solita propagando elettorale di Maroni", ha commentato il ministro delle Politiche agricole e vicesegretario nazionale del Pd, Maurizio Martina, precisando che "se la Lombardia avesse voluto fare un lavoro serio per il federalismo lo avrebbe fatto senza spendere 50 milioni e senza perdere tempo". "E' un appuntamento straordinariamente importante per tutti i Lombardi, perche' puo' significare la svolta - ha proseguito il presidente -: una nuova storia per la Lombardia, con la possibilita' di tenerci le risorse che ci servono per fare tutte le cose che dobbiamo fare". "Referendum per l'autonomia in Lombardia? Quella di Maroni è propaganda elettorale".