Arrestato presidente Catanzaro Calcio

Regolare Commento Stampare

Blitz della Guardia di Finanza nella mattinata del 29 maggio ai danni della famiglia del presidente del Catanzaro Calcio e non solo.

Gioie e dolori: si può riassumere così la due giorni di Giuseppe Cosentino, presidente del Catanzaro Calcio.

L'operazione è denominata 'Money gate' ed ha portato in carcere quattro persone. Cosentino è accusato di appropriazione indebita e di reati tributari. Per l'accusa avrebbero trasferito in Svizzera ingenti somme di denaro. Ai due imprenditori sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Catanzaro nel caos dopo l'arresto del presidente Giuseppe Cosentino. I dettagli relativi all'inchiesta verranno resi noti in mattinata con una conferenza stampa alla quale parteciperà il procuratore capo della procura della Repubblica di Palmi, Ottavio Sferlazza. L'operazione "Money gate" ha portato, inoltre, ad un sequestro di beni per quattro milioni di euro. Agli indagati sono stati contestati i reati di associazione per delinquere, aggravata dalla transnazionalità, finalizzata alla commissione di reati di natura fiscale, riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori e appropriazione indebita di ingenti somme di denaro di una società operante nel settore dell'import-export.