Biodiversità in festa, domenica visite gratuite in oltre 200 'parchi'

Regolare Commento Stampare

Domenica a spasso nel verde, in oltre 200 parchi italiani, per scoprire e apprezzare la ricchezza degli ecosistemi e delle specie di flora e fauna del nostro Paese: l'occasione è la Giornata delle Oasi Wwf che quest'anno grazie alla collaborazione con l'Arma dei carabinieri si affianca alla quinta edizione di RiservAmica. Potrete visitare la Laguna di Orbetello con i suoi fenicotteri, la Riserva di Monte Velino con l'aquila reale, la foresta di Monte Arcosu con il cervo sardo e tantissime altre oasi sparse in tutta Italia.

Biodiversità e patrimonio artistico-culturale sono gli ingredienti della Giornata delle Oasi del WWF, in calendario domenica 21 maggio in tutta Italia. Si tratta di un vastissimo programma di visite, gratuite, durante le quali si potrà assistere a eventi vari, giochi e animazioni.

Domenica 21 maggio torna un appuntamento consolidato per gli amanti della natura ovvero la Giornata delle Oasi WWF.

Le Oasi quest'anno diventano 'Le Oasi del lupo' con iniziative che avranno luogo nell'Oasi di Guardiaregia-Campochiaro in Molise, l'Oasi dei Ghirardi in provincia di Parma, Montovolo in provincia di Bologna, Monte Sant'Elia in Puglia, Penne e Gole del Sagittario in Abruzzo.

L'evento coincide con la prima edizione della Giornata dedicata alla Rete Natura 2000 indetta pochi giorni fa dalla Commissione Europea e precede la Giornata mondiale della Biodiversità indetta dall'Onu per il 22 maggio. Basti pensare che la natura ogni giorno ci offre servizi essenziali e sconosciuti, come la depurazione delle acque da parte delle zone umide o l'assorbimento di carbonio da parte delle foreste, il cui valore economico è stimabile globalmente in circa 145 miliardi di dollari all'anno, senza contare tutto l'indotto prodotto da turismo e le attività connesse.

Sarà una vera e propria festa della biodiversità, quella ricchezza di ambienti e specie naturali che insieme al patrimonio artistico e culturale fa dell'Italia un paese unico al mondo. Una diversità enorme anche per la vegetazione, con 8.100 specie di piante autoctone di cui 1460 endemiche, un valore che fa dell'Italia il paese con il più alto numero di specie vegetali d'Europa. "Le Oasi WWF e le Riserve dello Stato, infatti, sono un patrimonio comune che i due enti custodiscono storicamente, rappresentando così la storia della conservazione in Italia". Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale.