Mercato auto, l'Europa rallenta ma continua a crescere. Balzo Fca, +8,7%

Regolare Commento Stampare

Aumentano invece del 2,1% (a 1.114.443 unità), a febbraio, rispetto allo stesso mese del 2016, le immatricolazioni di auto nuove in Europa (Ue ed Efta).

In leggero calo anche il Regno Unito, che fa segnare un -0,6% mentre continua a correre il mercato italiano che si conferma come uno dei più dinamici del Vecchio Continente: l'Italia, infatti, ha fatto segnare un +6,2%, seguita da Belgio con il +4,5% e dalla Spagna, stabile con appena lo 9,2% in più.

Fiat Chrysler Automobiles (Fca) anche a febbraio è cresciuta più del mercato e ha mostrato il risultato migliori tra i singoli costruttori europei. "Questa quota è la migliore dal marzo 2010 e permette a Fca di raggiungere il quarto posto in Europa tra i costruttori", ha precisato il gruppo. Nei primi due mesi dell'anno le immatricolazioni di Fca sono state 171.972, ben l'11,8% in più dell'analogo periodo 2016 a fronte del +6,1% del mercato. Panda e 500 sono state le city car più vendute in Europa (insieme hanno ottenuto una quota del 32,5 per cento nel segmento A) e 500L è stata la più venduta del suo segmento, con il 32,2 per cento di quota. Tutti i brand di Fiat Chrysler hanno evidenziato performance positive, in particolare Alfa Romeo (+23,5%) e Fiat (+l8,3%), mentre Jeep rallenta (+1,3%). Il marchio di lusso Maserati ha immatricolato 718 vetture a febbraio e 1.723 nel bimestre.