Santuario di Polsi: don Antonio Saraco è il nuovo rettore

Regolare Commento Stampare

La Madonna della Montagna, Madre del buon Pastore, illumini e guidi noi suoi figli devoti.

.

Don Pino Strangio, indagato per concorso in esterno, non sarà più il superiore del santuario di Polsi, la notizia è stata data da Monsignor Francesco Oliva, Vescovo di Locri-Gerace durante un Convegno a Locri. "Desidero condividere con voi - ha scritto il prelato - questo momento tanto delicato per la vita del nostro Santuario diocesano di Polsi". Lasci l'incarico dopo aver speso per esso tante energie e tempo. Il Signore ricompensi te ed i tuoi collaboratori per il sevizio svolto. A te, don Tonino, viene consegnata un'eredita' di fede, tradizione, arte, storia e cultura, che sarai chiamato a conoscere, amare e servire. Polsi e' nel cuore dell'Aspromonte e della Calabria.

Non è un mafioso, ma per i magistrati ha "contribuito al rafforzamento dell'associazione", nel santuario, conosciuto come feudo spirituale dei clan di tutto il mondo, Don Pino, c'era arrivato nel 1998, oggi, ha ritenuto di dover presentare le sue dimissioni dopo 17 anni di lavoro e fede. Polsi come grembo di madre è chiamata a generare alla vita cristiana ed a convertire i peccatori al Vangelo. "Dovrai esserne fedele e coraggioso interprete".