Gossip, Michele Bravi: "Mi sono innamorato di un ragazzo"

Regolare Commento Stampare

Il cantante Michele Bravi innamorato di un ragazzo è una notizia che in tempi lontani avrebbe suscitato l'attenzione morbosa del pubblico, ma che nel 2017 viene fortunatamente derubricata a normale relazione, la prima veramente importante della sua vita, di un giovane di soli 22 anni più maturo della sua età (leggete le sue parole e capirete) e molto determinato a vivere la sua vita al riparo da etichette che appartengono ormai alle vecchie generazioni. La loro storia è però finita per tutta una serie di errori: "Io sicuramente nell'ultimo anno sono stato molto autoriferito e concentrato sulla musica e questo ha creato problemi". Sul palco di Sanremo, spinto da Carlo Conti e Maria De Filippi, il giovane Michele Bravi ex-vincitore di X-Factor (con un brano scritto per lui da Tiziano Ferro) canterà "Il diario degli errori", in cui racconta la sua vera esperienza privata.

Il primo amore è perfetto - ha continuato -, tutto è bellissimo, solo che ti mancano le regole del gioco e quando le impari, spesso è troppo tardi: "le pagine degli errori restano lì, non puoi strapparle dal diario, e quando gli errori diventano tanti è difficile che possa esserci un epilogo felice".

Michele_Bravi
Michele Bravi, prima del Festival di Sanremo confessa: “Amo un ragazzo”

Michele Bravi, in un'intervista rilasciata a Vanity Fair, racconta di aver avuto una relazione con un ragazzo. "All'inizio quando due persone si incontrano sono due contenuti completi, il resto rimane fuori; poi allarghi la visuale e vedi che ci sono dei confini da rispettare". Se mi guardo indietro oggi mi dico: ""Siamo stati proprio stronzi". "Se le persone si confrontano più su un piano emotivo i rapporti diventano complessi e anche fluidi: la sessualità smette di essere una scelta nel momento in cui la scelta diventa l'emozione". Tuttavia, una cosa per Bravi è certa: egli ha dichiarato di aver trovato una persona che lo ha emozionato, e che fosse un ragazzo o una ragazza è stato del tutto irrilevante.