Il maglione bianco di Agnese Renzi scatena le polemiche: ecco perché

Regolare Commento Stampare

Molto si è detto prima e dopo il Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016, le accese campagne, la polemica delle matite cancellabili, la delusione di Renzi, il governo in bilico...eppure il popolo dei social non si lascia sfuggire neanche i dettagli, e nei giorni successivi dalle dimissioni del Premier Renzi le critiche sono tutte per Agnese, sua moglie, e in particolare per il suo maglione. Uno smanicato bianco di lana reso prezioso dal collo a coste e da applicazioni di perle dello stilista Ermanno Scervino: un maglione semplice ma elegante per la first lady, insegnante e mamma. Un maglione che ha scatenato l'odio profondo della Rete. "Inguardabile" scrive un altro utente, "Nemmeno il maglione si è cambiata".

E' il maglione di Agnese a scatenare commenti volgari e inopportuni: "Alla faccia della crisi, Agnese Renzi indossa un maglione firmato da 950 euro! Poraccia" commenta un altro.

Le polemiche dei social spaziano tra chi è indignato dal valore del capo e chi invece non l'ha trovato adatto per l'occasione.

Ma se "la moda politica del momento", come nota qualcuno su Twitter, è comunicare con l'abbigliamento (donne in nero in Parlamento per il voto alla manovra di bilancio, Hillary Clinton in viola-funerale per l'ammissione della sua sconfitta elettorale), la scelta di Agnese Renzi racconta di un saluto non istituzionale alla politica e di un semplice ritorno a casa.