Preso lo stalker della ministra Maria Elena Boschi

Regolare Commento Stampare

La ministra per i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi, in merito alle richieste appena avanzate in aula da M5S, Sel e Forza Italia, fa sapere infatti che c'è la disponibilità del presidente del Consiglio a riferire alla Camera sulle vicende legate al terremoto che ha colpito il centro Italia.

L'uomo è stato fermato in un ristorante in via della Scala dalla polizia nella giornata di martedì.

Non è la prima volta che viene individuato a Firenze. Il 44enne, affetto da problemi psicologici, ha violato nuovamente l'obbligo di dimora cui era sottoposto proprio per l'attività di stalking nei confronti della Boschi, in particolare lettere e mail d'amore deliranti. Per ordine del gip, la misura di allontanamento e rientro forzato a casa del persecutore della ministra è stata inasprita dagli arresti domiciliari.

Secondo quanto riferito dal proprietario del locale l'uomo sembrerebbe essersi rifiutato di pagare il conto del ristorante, un conto di poche decine di euro e così, dopo la segnalazione in questione ecco che gli agenti si sono immediatamente recati sul posto e dopo averlo identificato e dopo avere inserito il suo nome negli archivi hanno scoperto che il soggetto in questione altri non era che l'uomo che ormai da diversi mesi era ricercato perchè a suo carico pendeva la condanna precedentemente citata. E il sospetto è che fosse salito dalla provincia di Napoli, dove abita e dove era già sottoposto a obbligo di dimora, proprio con l'obiettivo di avvicinarsi il più possibile al luogo in cui si arriverà la sua personale ossessione: la ministra Boschi.