Retata su Tav e Salerno-Reggio: Monorchio jr in manette, Lunardi jr indagato

Regolare Commento Stampare

Quattro le persone arrestate che legano le due operazioni rispettivamente dei Carabinieri di Roma e quella della Guardia di Finanza di Genova. Le Fiamme Gialle hanno eseguito quattordici arresti e numerose perquisizioni in un'inchiesta su una serie di appalti truccati per la realizzazione del Terzo Valico, la linea ferroviaria che dovrebbe collegare il capoluogo ligure a Tortona e da qui alle altre linee del Nord, in primis sulla direttrice per Milano. Agli arresti, con accuse dall'associazione per delinquere alla concussione, dalla corruzione alla turbativa d'asta fino alla tentata estorsione, diversi nomi eccellenti: praticamente tutti i vertici del Consorzio Cociv, general contractor dei tre appalti, capitanato dal gruppo Salini Impregilo, assieme a figli e figliastri di boiardi di Stato e dintorni, dall'ex ragioniere di Stato Monorchio all'ex ministro delle Infrastrutture Lunardi (quest'ultimo solo denunciato). Lo scambio della 'bustarella' avviene tra un dirigente generale del Consorzio e un imprenditore: le immagini delle telecamere nascoste posizionate dagli uomini della Guardia di Finanza riprendono infatti in un primo momento un soggetto che oscura l'ufficio abbassando le tapparella; successivamente si vede una seconda persona che consegna la 'bustarella'. Mentre altre 14 le ordinanze di custodia cautelare eseguite dalla Guardia di Finanza di Genova su ordine del Gip del Tribunale di Genova coinvolgono alcuni imprenditori e dirigenti di un consorzio - General Contractor - che sta realizzando la linea ad alta velocità sul Terzo Valico dei Giovi. Gli investigatori ipotizzano "condotte corruttive per ottenere contratti di subappalto" nei lavori di una tratta della Tav Milano-Genova, del 6° Macrolotto dell'A3 Salerno-Reggio Calabria e della People Mover di Pisa, l'impianto a fune che mette in collegamento l'aeroporto Galileo Galilei con la stazione centrale della città. Le persone, a conoscenza del fatto che fossero 'controllati', spesso comunicavano a gesti. Si sviluppa lungo 53 chilometri, di cui 37 in galleria.

Il sesto macrolotto dell'A3 è il tratto della Salerno-Reggio Calabria che va da Gioia Tauro e Campo Calabro.

Le indagini. Per quel che riguarda il fronte genovese dell'indagine, condotto dal Gico del nucleo di polizia tributaria di Genova e coordinate dalla procura genovese, ha ricostruito episodi di corruzione, concussione e di turbativa d'asta su commesse per un valore complessivo di oltre 324 milioni di euro.