"No al referendum", 50enne sul tetto della Scala di Milano

Regolare Commento Stampare

Si tratta di Martin Advinski, 50 anni, originario di Sofia in Bulgaria e da 10 anni residente a Ostiglia. Presente anche una squadra dei Vigili del fuoco che ha disposto un gonfiabile anti caduta all'angolo della piazza con via Verdi.

Uomo sale su tetto de 'La Scala' ed espone striscioni No referendumSono in corso trattative da parte dei carabinieri e dei vigili del fuoco per convincerlo a scendere.

Il comandante del nucleo operativo dei carabinieri della compagnia Duomo, Renato Puglisi, ha approfittato di un momento di distrazione del bulgaro e lo ha afferrato riportandolo all'interno del terrazzo del teatro.

Milano - Un uomo è salito sul tetto della Scala, sabato mattina, per mostrare il proprio dissenso nei confronti del prossimo referendum costituzionale.

Sugli striscioni vi sono le scritte 'Presidente Berlusconi aveva visto giusto', 'Giustizia italiana uguale abuso di potere, ' Referendum categorico no' e 'Libertà e democrazia = 0,0'. L'anno scorso, a settembre, quando si arrampicò sul tetto della chiesa di San Cristoforo a Mantova, la sua protesta, che in quel caso era circoscritta al mal funzionamento della giustizia, terminò dopo nove ore.