Emanuela Orlandi, le nipoti a X-Factor

Regolare Commento Stampare

Tra una battuta e l'altra dei giudici, che ironizzavano sulla numerosa famiglia ("Si sono divertiti i vostri genitori"), le ragazze sono riuscite, con la loro delicatezza e il loro entusiasmo, ad ammaliare il pubblico.

Insomma, una lunga lista di talenti o presunti tali, per tre puntate che ci hanno così condotto alla fase dei Bootcamp, in partenza nei prossimi giorni. Si tratta, infatti, delle figlie di Pietro Orlandi, il fratello della ragazza vaticana scomparsa ormai 33 anni.

Ieri sera su Sky Uno HD è andata in scena la terza serata di audizioni a X-Factor 2016, il programma di Sky che raccoglie sempre più successo di anno in anno. Ogni volta cerca di portare alla luce il dramma di non sapere più nulla della sorella Emanuela Orlandi. Si intitola La verità sta in cielo, diretto da Roberto Faenza. Le ragazze inoltre sono le nipoti di Emanuela Orlandi, la ragazza romana scomparsa nel lontano 1983 senza apparente motivo, uno dei casi italiani rimasti misteriosamente irrisolti. Ad accompagnarle è stato il padre Pietro, inquadrato tra il pubblico, insieme alla moglie e ai tre fratelli che hanno seguito emozionati l'esibizione.

Genova - Con un arrangiamento acustico di "Shoots & ladders" dei Korn, le Coraline hanno conquistato la giuria di X Factor 2016, ottenendo il consenso unanime dei giudici e una vera e propria standing ovation, primo gruppo che ha fatto battere il cuore allo spietato e cattivissimo Manuel Agnelli: "Mi avete fatto passare la paura di avere questa categoria". Dopo i quattro sì, anche i fratellini sono saliti sul palco, accompagnati dalla colonna sonora di Star Wars. Rebecca, Salomè ed Elettra hanno spaccato e Manuel Agnelli non vede l'ora di lavorare con loro.