Otto opuscoli di salute, nuova campagna per la fertilità

Regolare Commento Stampare

La revisione del ministro Beatrice Lorenzin lancia una nuova campagna che punta su salute, informazione e prevenzione e cambia anche il suo logo: un nastro rosso al posto di un cuore rosso con lo spermatozoo blu.

Per capire come proteggere la propria salute procreativa abbiamo parlato con Luciana De Lauretis, responsabile del Centro per la fertilità e procreazione medico assistita dell'Istituto Clinico Città Studi di Milano, che da molti anni si occupa di fertilità, riproduzione e concepimento. Scompaiono i contenuti a sfondo 'sociale' - da alcuni interpretati come un invito a fare figli, ritenuto offensivo nei confronti di alcune categorie di cittadini - cosi' come le immagini delle cartoline che erano state contestate, fra queste la più famosa quella della donna con il pancione e la clessidra in mano. E non c'e' intenzione - "ne c'e' mai stata", si ribadisce dal ministero - di parlare di natalita' ma solo di fertilita' e di come proteggere la possibilita' di avere figli: il centro dell'iniziativa e' la salute, ovvero la medicina della coppia, le indicazioni per tutelare la fertilita' maschile e femminile e per evitare le malattie sessualmente trasmissibili.

Nel primo opuscolo, uno dei più importanti, si parla di malattie sessuali trasmissibili: quali sono le più comuni e come si trasmettono. Mentre tra i 'falsi miti' indicati, vi è quello per cui Bere alcol migliora le performance a letto (Falso) o 'lo stress non modifica la fertilità (Falso)'. E c'è spazio anche per un test di 'verifica'. In quattro città italiane il Ministero della salute ha organizzato Tavole rotonde con la partecipazione di esperti della materia, operatori sanitari, società scientifiche, associazioni, famiglie e giornalisti per approfondire i temi centrali della fertilità. La giornata prevede iniziative diffuse sul territorio nazionale, rese possibili dall'adesione di autorità locali, mondo associativo e società scientifiche.

A Bologna, il tema è come aiutare la salute riproduttiva attraverso le tecniche di Procreazione medicalmente assistita con un focus sulla preservazione della fertilità nei pazienti sottoposti a trattamenti oncologici. Temi a cui sono dedicati gli 8 opuscoli tematici per informare sulla salute riproduttiva.

A Catania, si parlerà dell'età fertile nell'uomo e della rilevanza di questo aspetto nel percorso nascita.