Creval: dopo Spa non rimborsera' azioni oggetto di recesso

Regolare Commento Stampare

Facolta' concessa dalla legge di riforma delle Popolari (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 2 set - Il cda del Credito Valtellinese ha deciso di limitare "in tutto e senza limiti di tempo" il rimborso delle azioni su cui sara' eventualmente esercitato il diritto di recesso dopo la trasformazione in Spa.

L'assemblea straordinaria sarà chiamata in particolare a deliberare sulla *proposta di trasformazione della Banca in società per azioni *e sulla conseguente adozione di un nuovo Statuto sociale.

Inoltre, il consiglio di amministrazione del Creval ha deliberato di procedere con un raggrupamento azionario, nel rapporto di un'azione di nuova emissione ogni 10 titoli attualmente in circolazione.

Positivo il titolo Credito Valtellinese a Piazza Affari: +3,44% a 0,3308 rispetto al valore di liquidazione unitario delle azioni oggetto di eventuale recesso fissato in 0,4747 euro. Per gli esperti di Equita, "la decisione e' opportuna e pensiamo accolta favorevolmente dagli investitori perche' in questa fase l'eccesso di capitale deve essere destinato a ridurre lo stock di Npl, secondo quelle che sono anche le indicazioni di Banca d'Italia e Bce".