Serie A: Sassuolo-Pescara 0-3 a tavolino

Regolare Commento Stampare

Sassuolo proporrà reclamo, "regolare impiego Ragusa" - Incassato dal Giudice Sportivo lo 0-3 a tavolino contro il Pescara per avere schierato in campo il giocatore Ragusa - neo-acquisto dal Cesena - il cui nominativo inserito nell'elenco di 25 calciatori non era stato trasmesso alla Lega nei termini previsti, il Sassuolo ritiene "regolare l'impiego" dell'atleta e "proporrà reclamo avverso la decisione del Giudice Sportivo per il ripristino del risultato conseguito sul campo". Dopo la decisione da parte degli emiliani di ricorrere in appello nella speranza di riappropriarsi dei 3 punti meritati sul campo, il club abruzzese ha affidato ad un ennesimo comunicato stampa la propria risposta in merito alla decisione degli avversari.

Ricorso del Sassuolo contro la sconfitta a tavolino decisa dal giudice sportivo contro il Pescara per una presunta irregolarità relativa alla documentazione sul trasferimento del giocatore Antonio Ragusa (tra l'altro, ex proprio dei biancazzurri).

"Abbiamo ricevuto e letto il comunicato ufficiale della Lega calcio serie A - ha aggiunto l'amministratore delegato del Sassuolo, Giovanni Carnevali -. Ora faremo le dovute valutazioni su cosa non ha funzionato, soprattutto sull'aspetto informatico". Tutti contenti, dunque, anche se il presidente del Delfino, Daniele Sebastiani, non si sbilancia. Riguardo al comunicato si parla di problemi con la pec. Se però c'è un organo preposto ai controlli e ha verificato una eventuale irregolarità evidentemente avrà avuto i suoi motivi per segnalarla. Si tratta di una decisione a tavolino presa dal giudice sportivo. "Il Sassuolo squadra di italiani - dice - penalizzata da una norma che è stata venduta come incentivo per l'utilizzo dei calciatori italiani".