Milano chiude in positivo (+2,50) grazie a titoli bancari

Regolare Commento Stampare

Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla dell'1,56%, scendendo fino a 47,35 dollari per barile.Sulla parità lo spread, che rimane a quota 123 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all'1,14%.Tra le principali Borse europee, Francoforte registra un rialzo dello 0,50%. Male Hong Kong che ha ceduto oltre -1%, in lieve rialzo Sydney. Segno meno anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,64%) e il FTSE Italia Star (-0,82%).

Oggi il mercato "voleva" il riscatto per Piazza Affari, all'inizio la risalita è avvenuta a balzi, poi è stata lenta ma continua, insomma, guardando il grafico occorrerebbe essere molto ottimisti, ma ricordiamoci che stiamo parlando della Borsa italiana, quindi, siamo anche abituati alle sorprese. Negativa Londra, che ha perso lo 0,6%. Il titolo ha beneficiato dei rumors sulla possibile vendita, da parte della controllante UniCredit (+6,63%), della polacca Bank Pekao (-2% a Varsavia). Debole UnipolSai, con un calo frazionale dello 0,88%. Sono positive Mediobanca (+2,2%), Generali (+1,7%) e Mediaset (+1,8%). Nonostante il dato sia in linea alle attese, questo rappresenta un rallentamento congiunturale, dato che la lettura del primo trimestre aveva evidenziato un +0,7%. Per quanto riguarda gli industriali, Fiat Chrysler a +1,20%, Finmeccanica +1,58%.