Le squadre Cnsas nelle zone del terremoto

Regolare Commento Stampare

Anche il Servizio Regionale Ligure del Soccorso Alpino e Speleologico darà il suo contributo durante questo tragico evento che ha colpito il centro Italia. Preso atto della gravità del disastro accaduto, ci è stato chiesto di inviare alcune squadre di volontari che saranno operativi già dalla giornata di oggi per garantire il necessario ricambio agli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico che stanno operando sul campo dalle prime ore della giornata di ieri.

Lecco (Lècch) - Partite le prime squadre di soccorritori lecchesi dirette al tragico scenario del terremoto che ha sconvolto ampie zone dell'Italia centrale.

Le squadre del CNSAS hanno operato a Sommati, Accumoli, e sono impegnati ora ad Amatrice e Pescara del Tronto.

Nella zona attorno all'epicentro sono molte le frazioni isolate e le case sparse, il CNSAS sta utilizzando gli strumenti cartografici che impiega per la ricerca delle persone disperse per individuare con maggior rapidità le piccole frazioni e le case sparse dove potrebbero esserci persone bisognose di aiuto. Tra essi vi sono 12 unità cinofile e 15 operatori sanitari. I tecnici Cnsas provengono da Abruzzo, Lazio, Umbria, Marche, Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Altre squadre sono pronte a intervenire. L'intervento si è concluso verso le 9. Continuano le ricerche nel territorio di Amatrice. Si scava con delicatezza per evitare di compromettere le precarie macerie o eventuali feriti. Le strade sono invase da mattoni, legno, calcinacci.