Scarica di pietre, 58enne francese muore sul Monviso

Regolare Commento Stampare

È successo lungo la parete sud, la cosiddetta via "normale" di ascensione alla vetta, a quota 3300 metri di altitudine.

Sul posto la Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese ha immediatamente inviato un elicottero del 118 con a bordo il Tecnico di Elisoccorso del SASP, medico e infermiere. Aveva 58 anni e ieri pomeriggio era arrivato al Quintino Sella, sopra Crissolo, dopo aver lasciato la macchina a Pian del Re. Era partito dal rifugio Quintino Sella e, attrezzato di tutto punto, stava affrontando in solitaria il passaggio dei Furnei quando, a circa 3.700 metri, è stato colpito dalla scarica di pietre.

Incidente mortale toccato a C.J. Tuttavia i traumi riportati durante la lunga caduta sono stati fatali all'alpinista francese, nonostante indossasse correttamente il casco. Precipitando, il francese ha smarrito lo zaino con dentro i documenti utili per il riconoscimento per cui, in attesa della rimozione della salma, l'elicottero è sceso a Casteldelfino dove ha prelevato due operatori SASP incaricati di cercare i suoi averi. Un alpinista è deceduto in seguito ad una scarica di pietre.

L'allarme è stato dato da altri due alpinisti. Scandagliando le rocce vicino al luogo dell'incidente, è stato individuato lo zaino con la patente di guida.